Centro Studi di I° grado Bilingue

Centro Studi di Primo Grado Bilingue

11-13 anni
Gli anni della scuola secondaria di primo grado sono anni di straordinario fermento per la grande trasformazione a cui vanno incontro gli alunni: entrano che sono bambini ed escono diventati già grandi. Ciascun alunno che entra nella nostra scuola si sente perciò investito gratuitamente e totalmente da una scommessa speranzosa sulla sua possibilità di crescita. Questo è il nucleo fondante della nostra azione: la crescita di ciascun ragazzo come persona.

Finalità e metodo dell’azione educativa e didattica

I contenuti propri di ogni disciplina sostengono lo strutturarsi della ragione, della curiosità e della sensibilità di ciascun ragazzo, fino a guadagnare una movimentazione di tutto il suo essere verso la profondità delle cose.

L’orizzonte conoscitivo del ragazzo resta peraltro la totalità: compito precipuo della scuola è di spalancare, attraverso le discipline, gli occhi e le orecchie del ragazzo alla realtà tutta. Le materie non sono così comparti separati gli uni dagli altri, ma modalità complementari di scoperta e di conoscenza della realtà in quanto tale.

Decisivo è nel percorso il ruolo del docente. Il vero insegnante non è colui che riversa sull’alunno un sapere convenzionale, ma chi si mette in movimento, pieno di interesse, verso le cose tutte quante, innamorato della conoscenza e disposto a vedere la sua stessa passione rinnovata giorno dopo giorno nell’incontro con i ragazzi, in virtù della loro curiosità e dell’umano desiderio di sapere. Perciò ogni docente si adopera con particolare cura, all’interno dell’insegnamento della propria disciplina, per suscitare un gusto critico nei suoi studenti, dotandoli degli strumenti necessari all’esercizio di un giudizio personale, sommamente rispettoso di ogni oggetto di studio.

Compito ultimo della scuola media è portare il ragazzo a quell’esercizio fondamentale della sua libertà in azione che è la capacità di scegliere, perché conoscendo le cose, studiando le materie e confrontandosi con i metodi e i contenuti delle discipline, un ragazzo pian piano, mettendo a fuoco le cose, è chiamato a mettere a fuoco se stesso e a rilanciarsi in una prospettiva di conoscenza amplissima.

Nel corso di tutto il cammino, che vede il ragazzo protagonista della sua crescita, avviene il percorso orientativo: è come una strada fatta di forme, congruenze e rimandi, che il ragazzo deve saper riconoscere per giungere alla piena esplicazione della sua persona, perché diventare grandi è senza dubbio il traguardo ma anche la prospettiva di ogni passo del cammino umano.


Il Centro Studi Aurora Institute collabora attivamente con la Cambridge English Language Assessment che ci ha scelti come Preparation Centre e Sede delle prove d’esame. La preparazione degli esami di certificazione Cambridge è parte integrante del programma curriculare. Gli alunni conseguiranno alla fine del ciclo d’istruzione la certificazione Ket. Le certificazioni linguistiche Cambridge, riconosciute in tutti i paesi in cui si parla inglese, sono uno strumento utile per capire quale livello di competenza linguistica ha raggiunto. Per gli alunni partecipare a una certificazione ha inoltre un valore motivazionale, poiché avere un obiettivo da raggiungere è stimolante e gratificante e può favorire uno studio successivo. Anche gli allievi con certificazioni particolari si misurano con le prove del test, usufruendo di tempi più lunghi.

CLIL

  • Il termine CLIL, introdotto da David Marsh e Anne Maljers nel 1994, è l’acronimo di Content and Language Integrated Learning, apprendimento integrato di lingua e contenuti.  In altre parole è una metodologia didattica che prevede l’insegnamento di contenuti di una disciplina definita “non linguistica” (DNL) in una lingua veicolare differente da quella comunemente utilizzata per la comunicazione.
  • Attraverso una lingua aggiuntiva si apprendono e insegnano sia contenuti che lingua.
  • La legge di riforma della Scuola Secondaria di secondo grado avviata nel 2010 ha introdotto l’insegnamento in lingua veicolare nei Licei e negli Istituti Tecnici e non anche nella scuola Secondaria di primo grado.
  • Il nostro Centro Studi ha voluto cogliere quanto riportato nel “Rapporto Eurydice Keydata on Languages at school in Europe (2012) e la Raccomandazione della Commissione Europea Rethinking Education (2012), nei quali la competenza linguistica in lingua straniera è definita una dimensione chiave per la modernizzazione dei sistemi di istruzione europei e la metodologia CLIL è rappresentata come il motore del rinnovamento e del miglioramento dei curricoli scolastici” e introdurre già nel percorso di studi della Scuola Secondaria di primo grado la metodologia CLIL attraverso un progetto in lingua veicolare inglese per lo sviluppo della competenza linguistica immediatamente spendibile nella Scuola Superiore di secondo grado.
  • L’approccio per l’integrazione dei contenuti nella lingua inglese proposto agli studenti del nostro Centro Studi di primo grado è di tipo laboratoriale e non frontale, in modo da stimolare l’autonomia dall’insegnante potenziandone il saper fare. Gli studenti apprendono così il linguaggio specifico della materia potenziando le loro capacità comunicative.
  • Durante l’attività gli studenti lavoreranno su moduli appositamente predisposti dal docente di madrelingua di concerto con il docente curriculare inseriti nel programma annuale della materia con l’indicazione precisa degli obiettivi da raggiungere, dei prerequisiti e della durata complessiva di svolgimento.
  • Durante l’a.s. gli studenti affronteranno per ciascuna DNL un modulo didattico in modalità CLIL

Perché ciò avvenga non basta programmare un curricolo: occorre una progettazione che si ponga lo scopo di personalizzare il percorso educativo, valorizzando sia l’individualità che il contesto di vita, esplicitando le ragioni di ciò che si propone, prevedendo un percorso coerente e ricco, definendo propedeuticità, metodi e strumenti. Come ogni progetto, anche quello didattico deve saper fare i conti con l’imprevisto, accogliendolo e, dove possibile, valorizzandolo. In questo senso la funzione progettuale non si esaurisce con la redazione del piano di lavoro, ma si sviluppa nel corso di tutto l’anno scolastico, nel continuo bilanciamento tra intenzioni e realtà emergente.

Il docente ha la responsabilità di consegnare agli allievi contenuti, forme e linguaggi. Tale compito si esprime innanzitutto nel lavoro in classe. È soprattutto nello svolgimento delle attività curricolari infatti che si manifesta la capacità della scuola di accogliere e valorizzare i propri alunni: il punto di forza della scuola è il lavoro quotidiano, metodico, curricolare.

È motivante e costruttiva quell’ora di lezione in cui siano messe in azione due libertà: la libertà degli allievi di far propria alla proposta di conoscenza, e quella dell’insegnante, pronto a cogliere e valorizzare domande (tacite o esplicite) e eventi (fatti, incontri, idee) inattesi che possono trasformare la lezione in avvenimento.

Dando spazio all’imprevisto che accade, l’insegnante svolge la lezione come occasione per accedere, nel particolare dell’ora passata in classe, alla realtà nella sua globalità, anche oltre gli schemi elaborati in fase di progettazione didattica. La lezione diventa così momento di crescita personale di ciascuno e la classe si costituisce come compagnia guidata al lavoro.

Tre sono le fondamentali modalità di svolgimento della lezione:

  • la comunicazione dei contenuti (lezione frontale, dialogica, di ricerca) proposta dal docente al gruppo classe
  • il laboratorio, spazio di esperienza diretta ed operatività creativa, nel quale non vengono separate programmaticamente teoria e pratica, esperienza e riflessione logica su di essa
  • le verifiche, scritte, grafiche, pratiche od orali che siano, rappresentano un fondamentale momento ordinatorio e di indirizzo di tutto il percorso didattico, in quanto forniscono all’insegnante i necessari riscontri al proprio operare e agli allievi l’indicazione della qualità del lavoro svolto.

L’aspetto argomentativo del lavoro e la ricerca in atto di docente e alunno permettono poi il fiorire di eventi pubblici, tavole rotonde, incontri di presentazione dei lavori svolti, ecc…

L’orientamento interessa l’intero arco del triennio e coinvolge tutte le discipline, in quanto finalizzate alla conoscenza di sé, dei propri interessi e attitudini; nell’ultimo trimestre della seconda il lavoro sull’orientamento diventa poi più esplicito e specifico. All’aspetto più propriamente formativo se ne affianca uno di tipo informativo, volto a far conoscere ai ragazzi le diverse possibilità che le scuole superiori offrono.

Le discipline scolastiche e lo studio personale

Le discipline scolastiche rappresentano ambiti della realtà, offerti agli allievi, per penetrare la complessità del reale svelandone contenuti, nessi, significati. Una disciplina è un discorso su un oggetto a partire da un’esperienza disciplinata da un metodo, cioè da quel procedimento adeguato per rispondere alla domanda che costituisce l’oggetto disciplinare. Altri ambiti concorrono al maturare della conoscenza, ma è la scuola il luogo specifico di quella conoscenza che avviene dentro una rapporto educativo con un adulto insegnante, il quale, riappropriandosi criticamente della propria disciplina, rispettandone specificità e metodo, introduce gli allievi alla conoscenza di tutta la realtà.

In questa prospettiva, agli allievi chiediamo di impegnarsi seriamente nello studio e viverne la fatica come personale atto di volontà e di adesione alla proposta didattica, che si esplicita come invito a:

  • cercare la conoscenza come sviluppo della ragione e non solo apprendimento o informazione
  • maturare un rapporto con l’impegno scolastico che faccia sentire la scuola come esperienza meritevole di essere vissuta
  • sviluppare metodi di lavoro che non si esauriscano nel sapersi organizzare e seguire corretti procedimenti, ma esprimano la familiarità con le discipline scolastiche e la consapevolezza che gli allievi hanno delle loro ragioni.
Materie Ore Ore in lingua Inglese
Yoga 2
Italiano 6
Latino 1
Storia-Geografia 4
Matematica 4
Scienze 2
Inglese KET 3
English Conversation 1
CLIL Geografy – History – Art 2
Science 2
Musica 2
Tecnologia 2
Spagnolo 2
Arte e Immagine 2
Scienze motorie (beach volley) 2
Informatica 1
Totale Ore 30 8
  1. L’insegnamento dell’Italiano si avvale di approfondimenti e confronti con il Latino, sia come strumento di consolidamento della sintassi italiana, sia per offrire un percorso piano e graduale per apprendere gli elementi di base della lingua latina, sia per avvicinare gli allievi alla cultura antica. Tale studio procederà, secondo le esigenze e gli interessi della classe, nell’ambito dell’orario d’insegnamento dell’italiano con un’articolazione via via più strutturata.
  2. In linea con il nostro pensiero bilingue è stato inserito il Content and Language Integrated Learning (CLIL). Questa sperimentazione didattica – che mira all’apprendimento integrato della lingua inglese e dei contenuti di diverse discipline – verrà condotta secondo la modalità Cambridge e riguarderà l’apprendimento di alcuni argomenti nelle discipline di Geografia, Storia e Arte.
  3. Dal punto di vista della continuità proseguono nella scuola secondaria gli esami per il conseguimento delle certificazioni internazionali delle competenze linguistiche. Per la scuola secondaria sono stati individuati i diplomi Cambridge come i più funzionali ad attestare tale preparazione in accordo con il quadro di riferimento europeo in quanto richiedono anche un buon livello di produzione scritta. Il livello d’esame è consigliato dai docenti.
  4. L’insegnamento di Scienze Motorie prevede la partecipazione ad attività sportive non agonistiche interne ed esterne alla scuola.

Come iscrivere un bambino?

Vieni a visitare di persona le nostre sedi

Chiamaci +39 06 5091 6331

aurora-scuole
aurora-aurora

L'AURORA
asilo nido • scuola dell’infanzia • primaria
Via Tommaso Traetta, 68
00124 - Roma (Infernetto)
06.50.91.6331

aurora-cdp

IL CASALE DEI PICCOLI
asilo nido • scuola dell’infanzia
Via Domenico Purificato, 441
00125 - Roma (Acilia / Madonnetta)
06.83.76.8130

aurora-institute

AURORA INSTITUTE
centro studi di I° grado bilingue
Via Giulio Bertoni, 76
00124 – Roma (Infernetto)
06.50.91.6331

Aurora Scuole © 2018 All rights reserved. Designed by Imaginali